Limita la ricerca!

Prezzo (€)

da a

Converse

Le Chucks di Converse sono tra quelle scarpe che tornano in voga a tempi alterni e che, in generale, non sono mai fuori moda. In molti hanno di sicuro qualcosa da raccontare sulla loro “fase Converse” o la stanno vivendo proprio ora. Ci si sente speciali ad indossarle, membri orgogliosi della scena alternativa. Per lo meno agli inizi, quando le classiche Converse erano ancora sinonimo di ribellione e un simbolo delle subculture giovanili. Particolarmente amante da skater, punk e nel mondo dell’hip-hop, sono spesso indossate anche dai fan del grunge. Per questo la Converse ha prodotto appositamente un paio di scarpe dall’aspetto usato e con inserti in pelle simili a pezzi di nastro isolante. Col tempo le sneakers della Converse sono divenute un fenomeno di massa e oggi ad indossarle sono davvero tutti, uomini, donne, bambini e giovani. Difficile avere in casa un solo paio di All-Star: dove c’è un paio, ce n’è di sicuro un secondo. Esistono infatti così tanti colori e modelli che è quasi impossibile accontentarsi di un solo paio. Col tempo l’offerta si è inoltre ampliata anche ai modelli con la tomaia bassa.

Altri modelli, oltre a quelli di Chuck Taylor

Il successo dell’azienda è da addebitare senza dubbio alle All-Stars, ma esistono ovviamente anche altri modelli. E non solo. Oltre alle scarpe, il marchio produce anche abbigliamento e accessori, come borse e cappelli. Altri modelli di scarpe che hanno riscosso successo sono, ad esempio, le Breakpoint, PRO, CTAS, o One Star. Su di esse è di solito rappresentata la stella tipica del logo delle Chuck Taylors. Fruga nel nostro assortimento Converse e scopri le novità del marchio!
136 Risultati

Converse: da piccola fabbrica di scarpe a marchio noto in tutto il mondo

È il 1908 quando Marquise Mills Converse fonda una piccola fabbrica di scarpe a Malden, nel Massachussetts. Il nome? Il suo: Converse. Poco dopo produce le prime scarpe da basket al mondo. Pur essendo ancora uno sport poco diffuso, Marquise Mills ne era un grandissimo fan. Purtroppo le vendite all’inizio andarono piuttosto male e fece fatica a restare a galla. Nel 1917, però, il giocatore di basket Chuck Taylor divenne socio dell’azienda. Da allora cambiò tutto. Taylor migliorò il grip delle scarpe che, nel frattempo, erano state denominate All-Stars. Vi appose poi anche il suo logo. Praticamente le Chuck Taylor All-Star furono le prime sneakers al mondo firmate da una celebrità. E nel mondo del basket furono subito un must. Fino agli anni ‘60, le Converse Chucks, come venivano chiamate, furono quasi le uniche scarpe usate sui campi da basket. Per molto tempo furono prodotte solo in tela, nei colori nero e bianco. Solo nel 1966 furono introdotti modelli in altri colori.

Dai campi di pallacanestro allo streetwear

Sui campi di pallacanestro, negli anni ‘70 e ‘80 le Chucks lasciarono il posto ad altre sneakers. Si richiedevano infatti modelli più idonei e più funzionali alle esigenze di questo sport. Scarpe come le Converse Weapon, ad esempio, furono indossate da Magic Johnson e Larry Bird. La Converse non si è però accontentata di produrre solo scarpe e ha ampliato il suo assortimento con magliette, pullover e felpe, spesso recanti il logo delle Chuck Taylor. Nel frattempo le All-Star Chucks si sono affermate anche nello streetwear: con oltre 700 milioni di esemplari venduti, sono le sneakers più vendute di tutti i tempi. Di sicuro Marquise Mills Converse non se lo sarebbe mai sognato nella sua piccola fabbrica di scarpe.